IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Lombardia, Veneto,Sud Tirol, Trieste e Sardegna.Separatismo, arma segreta dell’Unione Europea.

Fonte: http://italian.ruvr.ru / La voce della Russia

di Andrey Smirnov

4Separat1

Per l’Europa l’anno prossimo potrebbe diventare l’anno del secessionismo. In settembre il referendum sull’indipendenza si terra’ in Scozia. In novembre andranno alle urne gli abitanti della Catalogna. Secondo gli esperti, il loro esempio potrebbe essere seguito da alcune altre regioni europee.

Il referendum sull’indipendenza della Catalogna e’ fissato per il 9 novembre 2014. Il governo della regione ha preso questa decisione nonostante l’esplicito e categorico divieto di Madrid.

Gli scozzesi andranno a votare il 18 settembre 2014, ma in Scozia la situazione e’ piu’ tranquilla. Londra sta cercando con tutte le forze di mitigare il problema del nazionalismo: ha autorizzato il referendum in Scozia, ha concesso al Galles una certa autonomia economica.

Quale delle posizioni si rivelera’ piu’ efficace – il duro “no” di Madrid o il vago “forse” di Londra, e’ difficile dirlo. Ecco l’opinione del politologo Leonid Slavin.

L’esempio di Spagna e Gran Bretagna potrebbe essere seguito dai separatisti di altri paesi. Non si tratta soltanto del rischio di disintegrazione degli Stati e di cambiamento dell’assetto dell’Europa. Le frontiere europee non sono basate sul principio etnico (in Romania, per esempio, c’e’ un vasto territorio popolato da ungheresi), ma c’e’ chi potrebbe cercare di ripristinare l’unita’ degli Stati. Per esempio, nella ex Iugoslavia vediamo dei tentativi di operare per la riunificazione del Montenegro con la Serbia.

Negli ultimi 20 anni l’idea dell’integrazione europea e’ diventata una specie di cavallo di battaglia dell’Unione Europea. Tuttavia, piu’ cresce il numero di Stati membri, e piu’ numerosi diventano i territori che sognano l’indipendenza. Dice Konstantin Voronov dell’Istituto di economia mondiale e di relazioni internazionali dell’Accademia delle scienze russa.

L’elenco dovrebbe comprendere anche altri territori che vogliono l’indipendenza, in particolare la Groenlandia e le Isole Faroe (entrambi fanno parte del territorio danese). Ci sono poi delle regioni separatistiche che al momento non hanno una cornice giuridica: Padania ( ndr. o meglio parlare di Lombardia, Veneto,Sud Tirol, Trieste)  e Sardegna in Italia, Paese basco in Spagna, Corsica e Irlanda del Nord.

Non sono al sicuro neanche i giganti europei come la Francia e la Germania.

Invece Bruxelles non sembra minimamente preoccupata da questa voglia di autodeterminazione. I funzionari europei hanno gia’ detto che se al referendum in Catalogna vince il “si’”, la Catalogna potra’ entrare nell’Unione Europea. Lo stesso e’ stato promesso agli scozzesi, ai fiamminghi che vogliono separarsi dal Belgio, agli abitanti dell’Italia del Nord (ndr.  o meglio parlare di Lombardia, Veneto,Sud Tirol, Trieste) e della Sardegna. Secondo alcuni politologi, Bruxelles vuole in tal modo togliere le reali leve del potere agli Stati piu’ forti d’Europa. Con l’attuale sistema proporzionale, solanto 4 dei 5 paesi piu’ grandi d’Europa (Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Spagna) possono imporre la loro volonta’ ai restanti 23 membri dell’Unione Europea, mentre la divisione dei grandi in alcuni stati “storici” piu’ piccoli potrebbe migliorare la governabilita’ dell’Europa unita. In questo caso gli apparati di Bruxelles avranno finalmente un ruolo reale nella politica europea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 dicembre 2013 da .

Visite

  • 38,926 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: