IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Federalismo Regionale: L’ INDIPENDENZA E L’ AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI ITALIANI E’ LA “CONTITIO SINE QUA NON” PER UN REALE PROCESSO DI CRESCITA E PACIFICAZIONE SOCIALE.

FEDERALISMO REGIONALE

Al Capo dello Stato, ai sig.i del Governo, al Legislatore:

” I Partiti, dopo aver depredato 2.700.000.000 di Euro, possono respirare, i Popoli italiani, invece, continuano a cercare l’aria nell’assoluta indifferenza di ognuno di Voi, così arroccati nella difesa dei Vostri privilegi, così occupati a conservare emolumenti e vitalizi di platino, persino moltiplicando accumuli di cariche, profumatamente prezzolate, su unici personaggi i quali, per essere efficienti in ognuna di queste, dovrebbero quantomeno possedere il potere dell’ubiquità. E vorreste in tali condizioni rivedere la Carta Costituzionale? Con quale diritto, con quale legittimità se anche la legge elettorale che Vi ha espressi è in odore di incostituzionalità? In tal caso pure Voi sareste usurpatori di un potere al quale non avreste diritto alcuno! Due provvedimenti soli avreste dovuto licenziare, cosa della quale ve ne siete ben guardati,: una nuova legge elettorale e l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti. E poi lasciare il campo alle Genti italiane perché potessero decidere in quale Stato e con quali Istituzioni avanzare verso il proprio futuro, quel futuro del quale Voi non sareste mai garanti. Riscrivere o emendare l’attuale Costituzione non è e non può essere cosa vostra, di altri guai non se ne avverte il bisogno. Di una cosa, invece, vi è davvero bisogno: Assemblea Costituente, per la riscrittura della Carta Costituzionale, che includa ogni voce, la voce di ogni Popolo dell’italico suolo. L’ INDIPENDENZA E L’ AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI ITALIANI E’ LA “CONTITIO SINE QUA NON” PER UN REALE PROCESSO DI CRESCITA E PACIFICAZIONE SOCIALE. Regioni-Stato federate, per il Presidenzialismo perfetto, il bipartitismo, un Parlamento unicamerale, elezioni uninominali secche, una Magistratura elettiva passibile di sanzioni amministrative e penali in caso di dolo e colpa grave del Giudice. Regioni-Stato federate per un’Europa politica delle piccole Patrie. E il sole tornerà a splendere sulle sabbie mobili di una Terra resa arida dalla perpetua predazione dallo Stato dei Partiti “.

L’agonia italiana alloggia nella corruzione delle proprie istituzioni e dei propri amministratori. Che i Popoli italiani godano di ciò che loro spetta di diritto è un fatto naturale. Impedire il cammino verso la libertà e l’autodeterminazione è atto criminale e violento. La sovranità spetta al popolo non a qualsivoglia “unti dal Signore”, despoti ed autoreferenziali. I Popoli italiani non si riconoscono nell’attuale geografia italiana ed europea perché le Nazioni in essa insistenti rispondono a confini territoriali tutt’affatto differenti da quelli disegnati dalle guerre di conquista dei secoli scorsi. L’attuale Costituzione e l’attuale assetto dello stato tradiscono le legittime aspirazioni delle Genti italiane ed opporsi con ogni mezzo nonviolento è priorità di ogni fratello italiano. Basta con questo stato unitario da operetta!

Carlo Finazzi, Presidente federale F.R.

FEDERALISMO REGIONALE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 settembre 2013 da .

Visite

  • 38,395 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: