IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Via la lingua bresciana dai cartelli stradali a Rivoltella del Garda (BS): pro Lombardia indipendenza prende posizione contro questo atto assurdo.

Rivoltella del Garda (Desenzano del Garda) BS

Rivoltella del Garda
(Desenzano del Garda) BS

 

Il portavoce nazionale di pro Lombardia indipendenza Giovanni Roversi prende posizione contro la rimozione dei cartelli in lingua bresciana avvenuta a  Rivoltella del Garda, grande frazione del comune di Desenzano del Garda (BS):

“A Rivoltella si è consumato un atto piuttosto grave di superficialità nei confronti dell’idioma bresciano”. Commenta così il portavoce di proLombardia indipendenza, Giovanni Roversi, la rimozione dei cartelli in dialetto nel comune gardesano. “Il fatto tragicomico di questa situazione è che la denominazione in lingua è stata sostituita con la scritta ‘Comune d’Europa’, con la motivazione che proprio perché siamo in Europa, bisogna utilizzare unicamente la lingua italiana, niente di più errato.

Molte istituzioni facente parte dell’Unione Europea riconoscono e incoraggiano l’uso di più lingue nella quotidianità perché espressione di cultura e apertura mentale. Il bresciano è un dialetto della lingua lombarda, la quale è riconosciuta internazionalmente e codificata dall’Unesco (ISO 639-3 lmo), e anche Eurominority la cataloga come lingua propria. Molti Paesi membri dell’Unione Europea utilizzano cartelli con la toponomastica bilingue, per esempio Spagna, Galles, Scozia e Irlanda.

Addirittura in uno Stato fortemente centralista come quello francese, si son viste importanti aperture nei confronti della lingua corsa e di quella occitana. Proprio a causa dei boicottaggi, tipo questo di Rivoltella, la nostra lingua non ha ancora una completa tutela, ma viene relegata come ‘dialetto’ sebbene il bresciano non sia un dialetto dell’italiano. Nonostante questi boicottaggi, la riscoperta popolare del bresciano si evince, per esempio, dalla felice proliferazione di materiale in lingua: libri, canzoni, trasmissioni televisive portano una ricchezza non solo culturale ma anche economica, e spiace che per un dispetto politico ai propri avversari a Rivoltella si sia persa l’occasione di continuare per questa strada”.

Il portavoce di proLombardia chiude con un appello. “Invito la giunta comunale a ripensarci, e da parte nostra siamo completamente disponibili a organizzare nel territorio comunale incontri prettamente culturali, e non politici, sulla tematica. Speriamo che dalle parti del Comune si possa ricevere, finalmente, un segno di apertura mentale e non di chiusura e boicottaggio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 luglio 2013 da .

Visite

  • 38,655 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: