IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Il Centro studi L’Insorgente sostiene l’autodeterminazione dei popoli.

centro_studi_insorgente

invito_6_luglio_conferenza_stampa

Il Centro studi L’insorgente, fondato nell’anno 2004 ed editore di www.insorgente.com , è orgoglioso di iniziare a collaborare con la “Commissione Internazionale di Cittadini Europei” (ICEC), contenitore creato per raccogliere tutte quelle organizzazioni, istituzioni ed individui che condividono la visione di un’Europa democratica e dei popoli.

L’adesione verrà ufficializzata sabato 6 luglio alle ore 11,00 al Twiggy caffè ( www.twiggyclub.com ) di Varese, Via de Cristoforis, in cui verrà presentata la petizione “un milione di firme per l’autodeterminazione dei popoli”.

ICEC è considerato punto focale, forum e luogo di incontro per i movimenti sociali dalla Scozia, Catalogna, Fiandre e Paesi Baschi, ma anche per i rappresentanti socio-culturali di altre nazioni europee (ad esempio Veneto, Süd Tirol e Lombardia).
ICEC rappresenta quindi una alleanza coordinata di cittadini, a livello europeo, per esprimere la volontà di milioni di europei di difendere principi fondamentali come la Libertà, la Giustizia e la Pace in Europa.
Il Centro Studi L’Insorgente, al pari di Veneto Stato, Süd-Tiroler Freheit ed altri movimenti e associazioni, sostiene attivamente l’iniziativa per raccogliere un milione di firme per l’applicazione del diritto di autodeterminazione in Europa.

La petizione è sottoscrivibile on-line, sul nostro sito c’è uno specifico link a www.europeancitizensdecide.eu , o attraverso la raccolta tradizionale sugli appositi moduli.
Il Centro studi L’Insorgente, sin dalla sua nascita, si impegna a sostenere il principio di autodeterminazione dei popoli che è una norma di diritto internazionale generale ed inderogabile, sancito dal Patto di New York.

Tale accordo internazionale produce effetti giuridici (diritti ed obblighi) per tutta la Comunità degli Stati. Esso è entrato in vigore in Italia con Legge statale n. 881 del 25 ottobre 1977 (ratifica ed esecuzione del patto di New York), secondo cui “Tutti i popoli hanno il diritto di autodeterminazione. In virtù di questo diritto, essi decidono liberamente del loro statuto politico e perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale”.
A causa degli attuali fermenti indipendentisti e dei successi elettorali dei movimenti di autodeterminazione in Scozia, Catalogna, Paesi Baschi, Fiandre e Sud Tirolo, a detta nostra l’Unione Europea dovrebbe affrontare, una volta per tutte, il tema dell’applicazione del diritto all’autodeterminazione.

La raccolta di un milione di firme in tutta Europa è quindi una richiesta specifica alle istituzioni dell’UE, affinché applichi finalmente il diritto di autodeterminazione.
A tal fine, Veneto Stato e Süd-Tiroler Freiheit mantengono stretti contatti tra loro e con partiti, associazioni e persone di tutta Europa e sostengono attivamente la raccolta delle firme.
Veneto Stato si è fatta carico del compito di raccogliere le firme in Veneto ed in Italia, così come in Tirolo ed in Austria il Süd-Tiroler Freiheit.

La petizione, che può essere sottoscritta da tutti i cittadini della UE di età superiore ai 16 anni, consiste nell’aderire al seguente principio:
“Io sostengo questa iniziativa perché il diritto universale di autodeterminazione dei Popoli Europei trovi piena espressione nell’Unione Europea come diritto umano fondamentale e perché le sue istituzioni sostengano tutti i Cittadini Europei e le loro nazioni qualora volessero esercitare questo diritto.”

La petizione è sostenuta da molte personalità internazionali provenienti dai settori dell’istruzione, della cultura e della politica. Tra le altre cose, il rettore dell’Università di Barcellona, Djamel Ramírez e professore presso l’Università di Monaco di Baviera, Ulises Moulines.
Il Centro studi L’Insorgente ha deciso, coerentemente con le proprie finalità statutarie, di sostenere con vigore questa importante iniziativa: in nome dell’Europa dei popoli.

Il testo e la petizione da sottoscrivere sono disponibili sul sito   www.europeancitizensdecide.eu e sul sito www.insorgente.com.

Questo è il testo:
“Io sostengo questa iniziativa perché il diritto universale di autodeterminazione dei Popoli Europei trovi piena espressione nell’Unione Europea come diritto umano fondamentale e perché le sue istituzioni sostengano tutti i Cittadini Europei e le loro nazioni qualora volessero esercitare questo diritto”.
Tra i sostenitori del’iniziativa il rettore dell’Università di Barcellona, Djamel Ramírez e il professore presso l’Università di Monaco di Baviera, Ulises Moulines.  Per ulteriori informazioni: icec@europeancitizensdecide.eu Richieste media: press@europeancitizensdecide.eu.

 

di SERGIO TERZAGHI

san_giorgio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 luglio 2013 da .

Visite

  • 39,321 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: