IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Creiamo un nuovo assetto: i comuni lombardi autogovernati!

483242_263338090442900_1732209338_n

Sono ormai anni che seguo la politica, da più o meno otto la pratico sia attivamente, tramite l’attivismo in una lista civica, che filosoficamente, scrivendo, a volte anche molto.

Ho conosciuto in questo lasso temporale molte persone, tra queste Giacomo Consalez, del quale condivido molti pensieri, altri no, ma che considero persona tenace e preparata…uno di quelli che aiutano a cambiare il mondo.Giacomo ha scritto molte cose di quelle che scrivo anch’io su un quotidiano on-line “L’indipendenza” nelle scorse ore.

Giacomo affonda in questo articolo la mano nel costato dell’apparato pubblico indicando tra i costi principali della politica è quello concernente alle migliaia di parassiti che siedono e si sono seduti in passato sugli scranni dei governi e parlamenti locali e centrali, tutti emanazioni dirette dello stato piovra italiano, centralista e accentratore. Giacomo, come me, ex leghista, punta il dito anche verso la parte politica che lo aveva attratto: “ I costi di questi signori, una parte importante dei quali leghisti, sono ingenti e non ammontano certo ad un euro al giorno, visto che a stuoli di sanguisughe incompetenti, inconcludenti, disoneste e cialtrone stiamo pagando costosissimi vitalizi e pensioni”.

Giacomo cita tra l’altro le considerazioni di un altro amico (questo non lo ho conosciuto personalmente) Enzo Trentin, che poi sono le considerazioni di molti.

Stiamo parlando di quel costi che rientrano in settori quali il clientelismo, l’inefficienza e la burocrazia.

Dopo una disamina sugli errori, volontari o no, del partito leghista, che ormai poco importano, perché passato, si passa ad una disamina del futuro.

Giacomo firma l’articolo quale aderente di “Pro Lombardia Indipendenza”, ma quanto scrive lo può controfirmare chi, come me, non appartiene ad un movimento esattamente indipendentista e lo può controfirmare chiunque abbia, a mio avviso, buon senso.

Stiamo parlando di un assetto statale che si ritrovi con un potere minimo e limitato a poche competenze.

Stiamo parlando di uno stato dove la Sovranità trova quale titolare il Cittadino.

Stiamo parlando, per me si sfondano porte spalancate, di Poteri Legislativi nelle mani dei Cittadini, di Referendum ed Iniziative Popolari, di primato delle Comunità Locali su uno Stato comunque Federativo (a mio avviso si dovrebbe trattare di Federalismo Municipale).

Come me Giacomo è convinto che su queste basi, molto svizzere, ma soprattutto molto democratiche, si troverebbe un adesione popolare enorme.

Giacomo parla di Autodeterminazione, io preferisco un termine diverso ma non molto lontano: Autogoverno.

Il punto è come arrivare a quanto descritto…beh qui occorre l’impegno di molti, moltissimi di noi. Occorre attivarsi personalmente.

Da anni lo scrivo, occorre attivarsi sul territorio, fondare movimenti politici che si identificano in questo, occorre farsi il culo.

Non occorre essere ex leghisti, occorre voler cambiare e quando centinaia di Comuni saranno amministrati da Movimenti Popolari che puntano soprattutto su questo al “Leviatano” non resterà che issare bandiera bianca e darsi alla fuga.

Diamoci dentro prima sia troppo tardi.

Giorgio Bargna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 giugno 2013 da .

Visite

  • 38,956 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: