IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Unione Padana: la Lombardia deve tenersi tutti i propri soldi

UNIONEPADANA

 

Gran parte del dibattito politico  regionale ruota attorno alla proposta leghista di trattenere sul territorio il 75% delle tasse. È bene che finalmente si parli di questo tema fondamentale ma è sbagliato porlo in questi termini. Infatti il furbo Berlusconi si è affrettato a dire che la cosa non è un problema perché già oggi la Lombardia si tiene fra il 72 e il 73% delle sue risorse e che modificare il ristorno di un paio di punti è un’idea che può essere accettata anche dai governatori di centro-destra delle regioni meridionali. Spiazzato, Maroni ha risposto in due modi: 1) citando un trafiletto del Corriere che dice che la Lombardia guadagnerebbe 16 miliardi, 2) rettificando che si deve trattenere “almeno” il 75%, affidando  così a un avverbio l’intera sorte di una campagna elettorale difficile. È triste che la Lega non abbia studiato a fondo l’argomento e non si sia affidata a studiosi seri (l’ha mai fatto?) e si debba rifare a un intervento marginale di un giornale di regime.

In ogni caso il problema risulta mal posto: non è questione di percentuali ma di principi. Le risorse devono restare sul territorio punto e basta! Se ci deve essere un fondo di solidarietà a vantaggio di parti più arretrate (arretrate non significa neghittose o furbette) lo decide la Lombardia in assoluta libertà o sulla base di accordi federali stipulati come un contratto vero e proprio. Lo stesso vale per le spese dello Stato centrale: tutto va negoziato e giustificato dalla reale erogazione di servizi veri e concreti.

Stabilire delle percentuali è fuorviante e pericoloso. Lo si capisce anche dando un’occhiata ai dati forniti dall’Unioncamere del Veneto (in mancanza di dati ufficiali che lo Stato Italiano si guarda bene dal fornire nonostante una direttiva europea che lo obbliga a farlo), relativi al passato più recente.

Nel 2002 la Lombardia ha dato 142,760 miliardi di Euro all’Italia e ne ha ricevuti 115,205 (l’80,6%) rimettendocene 27,555.

Nel 2006 i miliardi “spariti” sono stati 37,905.

Nel 2007 i dati sono di 175,238 e 116,725 (il 66,6%) e 58,513 miliardi  “spariti”.

Negli anni 2007-2009 i dati medi sono: 175,464 e 104,424 (il 59,5%) con il regalo di 70,041 miliardi a Roma.

Questo significa che i conti di Maroni e del Corriere sembrano essere fatti sui numeri del 2007 e quelli di Berlusconi sull’anno precedente. A questa variabilità temporale si aggiunga anche il dato sugli interessi sul debito pubblico che viene ignorato o calcolato a seconda di chi fornisce le cifre.

In definitiva salta fuori con evidenza che il residuo fiscale e la rapina patriottica sono in rapido e incontrollato aumento e che oggi recuperare 16 miliardi significa trattenere meno del 70% delle tasse. In troppi fanno i furbi sui numeri giocando sulla nebulosità della proposta di Maroni.

L’Unione Padana chiede invece che la Lombardia trattenga la totalità delle sue risorse e che discuta su base di parità istituzionale fra entità sovrane quanto sia disposta e sia conveniente dare a Roma e a Bruxelles in cambio di servizi ricevuti (e che la Regione non può oggi erogare, come la difesa o la politica estera) o in fondo di solidarietà per chi davvero se lo merita e dimostra di voler uscire dal sottosviluppo  elaborando piani veri, eliminando tutti gli sprechi e combattendo la criminalità organizzata.

Non serve elemosinare percentuali delle nostre ricchezze, occorre affermare la nostra sovranità e il diritto all’autodeterminazione.

Per questo l’Unione Padana si impegna nella richiesta di referendum per l’indipendenza della Lombardia.

SEGRETERIA UNIONE PADANA

UNIONEPADANA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 febbraio 2013 da .

Visite

  • 38,956 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: