IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Rischio Calcolato: intervista a T.Micheli ( portavoce di Unione Padana Alpina).

Fonte: http://www.rischiocalcolato.it/

http://www.rischiocalcolato.it/category/blog/il-blog-di-gpg-imperatrice

Intervista di

 

Teresa Micheli ( Unione Padana Alpina)

 

 

 

 

 

 

 

D – Buona Giornata, si presenti

R – Buongiorno sono Micheli Teresa portavoce del Movimento indipendentista Unione Padana Alpina,il movimento si prefigge la completa indipendenza della Lombardia sul modello federale svizzero.

 

D – Parliamo di Euro: dobbiamo uscire o restare?

R – Siamo contrari all’ uscita dall’ Euro,anzi lo ipotizziamo come un disastro per l’ economia lombarda che ha bisogno di materie prime ed energia,quanto ci costerebbe se tornassimo alla liretta? Saremmo anche favorevoli all’ introduzione di una moneta lombarda per ancorargi in vista di un ipotetico tracollo della moneta europea.

 

D – Su Rischio Calcolato abbiamo proposto una riduzione della spesa pubblica per 200 miliardi da indirizzare al calo massivo delle tasse ed al pareggio di bilancio: come la vedete voi?

R – Siamo per il taglio drastico della spesa pubblica anche se la Lombardia paga un prezzo enorme in termini di servizi e trasferimenti ,ecco la necessita’ di smarcarsi prima possibile dalle Regioni cicala e affrancarci all’ Europa dei virtuosi,posto che comunque spetta di diritto anche alla Lombardia. MENO ITALIA E PIU’ EUROPA!!

Pensiamo che una delle strade maestre per la riduzione del debito sia evitare di emetterne in continuazione,cio puo’ avvenire pagando con una quota di Titoli di Stato una parte deglii stipendi pubblici.

D – Quale strategia avete per realizzare l’indipendenza?

R – Cerchiamo attraverso i nostri volantini di diffondere una coscienza indipendentista ormai necessaria, visto il fermento indipendentista che sta animando l’ Europa ,vedi Catalunya e Scozia. Per noi, lombardo e,’ chi Lombardia fa!!   L’ l indipendenza e’ necessaria per non fallire e come risposta all’ impossibile e scellerata pressione fiscale che esclude dal mercato del lavoro migliaia di imprese e di giovani.

 

D – Vi presenterete alle prossime elezioni, e se si soli o con altre forze? E’ possibile, con la nuova gestione di Maroni, re-incontrarvi con la Lega?

R – Il nostro movimento ha qualche centinaio di iscritti ,non si propone di presentare candidature a Camera e Senato e non si allea a livello locale con nessun partito che abbia rappresentati a Roma.

 

D – Ci dia un messaggio di speranza: come potremo uscire da questo declino economico in atto ormai da tempo?

R – La Lombardia sara’ libera quando i suoi cittadini capiranno che l’ indipendenza non arriva per gesti coraggiosi di gruppi o di eroi,ma da tanti gesti di disobbedienza fiscale e dal coraggio dei singoli! Intanto consigliamo a chi ha un’ impresa di convertire in Franchi svizzeri e in maniera legale i soldi che servono per continuare nell’ attivita’ ,intravedendo come Movimento un POSSIBILE tracollo dell’ Euro. Un saluto ai lettori di Rischio Calcolato

GPG Imperatrice

Annunci

2 commenti su “Rischio Calcolato: intervista a T.Micheli ( portavoce di Unione Padana Alpina).

  1. Diego Tagliabue
    28 ottobre 2012

    Grande Teresa!

  2. Teresa.
    29 ottobre 2012

    Grazie Diego!

    Teresa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 ottobre 2012 da .

Visite

  • 38,925 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: