IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE

ilgiornaledellalombardia@gmail.com

Morazzone(VA): approvata la mozione contro il ritorno alla tesoreria statale.

Sabato scorso il consiglio comunale di Morazzone (VA) ha approvato la mozione presentata dal consigliere leghista Luciano Tescaro, avente per oggetto la richiesta al governo centrale la cancellazione dell’obbligo di versare tutta la cassa comunale alla tesoreria statale. L’esito della votazione è stato di 11 consiglieri comunali favorevoli, uno astenuto e quattro esponenti di centro-sinistra contrari.
Riportiamo qui di seguito il testo della mozione approvata:

OGGETTO: PRESENTAZIONE MOZIONE URGENTE PER RICHIEDERE AL GOVERNO LA CANCELLAZIONE DELL’OBBLIGO DI VERSARE LE DISPONIBILITA’ LIQUIDE DI QUANTO ATTUALMENTE DEPOSITATO PRESSO LA TESORERIA COMUNALE, A BENEFICIO DELLA TESORERIA STATALE

In qualità di consigliere comunale, secondo quanto stabilito dall’ art. 43 comma 1 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n.267 e da quanto previsto all’art. 52 dello statuto del Comune di Morazzone, sono a richiedere alla S.V. l’inserimento all’ordine del giorno del primo consiglio comunale utile, la seguente mozione per richiedere al Governo la cancellazione dell’obbligo di versare le disponibilità liquide di quanto attualmente depositato presso la tesoreria comunale, a beneficio della tesoreria statale, da sottoporre alla deliberazione dell’”assemblea civica”:

Premesso che

· Il regime di Tesoreria Comunale riconosce a tutti gli Enti Locali una adeguata autonomia nel gestire le proprie risorse finanziarie, autonomia dalla quale, se gestita in modo oculato, responsabile e professionale, può derivare anche un incremento delle entrate.
· Il Decreto Legge 24 gennaio 2012, n.1: Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.19 del 24/01/2012, contiene la previsione del ritorno alla Tesoreria Unica Statale, previsto all’articolo 35, comma 8 e seguenti. In sostanza la norma prevede il ripristino della tesoreria unica in barba ai principi di autonomia finanziaria degli Enti Locali e di sussidiarietà

Considerato che

La norma prevede che le tesorerie degli Enti Locali hanno l’obbligo di versare le disponibilità liquide esigibili (depositate presso le tesorerie comunali alla data di entrata in vigore del decreto) presso la tesoreria statale. Il versamento dovrà avvenire per il 50% entro il 29 febbraio 2012 e per la restante quota entro il 16 aprile 2012
La norma in questione è quantomeno dubbia sotto il profilo della costituzionalità in quanto lesiva del principio di autonomia finanziaria riconosciuto agli Enti Locali dalla Costituzione
Con tanta fatica abbiamo i nostri bilanci in ordine, senza mai avere utilizzato anticipazione di cassa negli ultimi due anni e pagando attualmente i fornitori non oltre i 45 giorni

Ritenuto che

Con il ritorno al vecchio sistema di tesoreria unica, gli Enti Locali non avranno più disponibilità diretta delle proprie risorse depositate presso il sistema bancario.
Il tesoriere di ciascun Ente potrà e dovrà soltanto curare pagamenti e riscossioni, senza potere gestire, però, la liquidità dell’Ente, secondo le disposizioni e le decisioni di quest’ultimo. Si tratta di una grave limitazione dell’autonomia degli Enti Locali così privati di un importante strumento di gestione finanziaria che è risultata ampiamente vantaggiosa per le casse pubbliche negli ultimi anni.
Anche il mondo delle Imprese esprime le proprie perplessità sulla Tesoreria Unica Statale dicendosi preoccupati per gli effetti peggiorativi che si otterranno unificando ed allontanando geograficamente la tesoreria, in termini di velocità nei pagamenti (fonte ANCE Veneto)

Il Consiglio Comunale

Impegna il Sindaco a trasmettere il presente documento al Governo per chiedere la cancellazione dell’obbligo di versare le disponibilità liquide di quanto attualmente depositato presso la tesoreria comunale, a beneficio della tesoreria statale.
Tale documento verrà inoltre trasmesso ai Capigruppo alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, affinchè prendano a cuore il problema, dibattendolo nelle sedi opportune.
Luciano Tescaro
Capogruppo Lega Nord – il Paese che Vorrei

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 febbraio 2012 da .

Visite

  • 38,956 visite singole

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 61 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: